Shimadzu Iroha-no-uta – quinta parte


La saggezza di Kagoshima passata di generazione in generazione dei Samurai del clan Satsuma

Continuo la pubblicazione della traduzione in Italiano di una serie di articoli di Alex Bradshaw, che ringrazio sempre per avermene concesso il permesso. Ho cercato di rimanere il più aderente possibile ai suoi testi e ai relativi post che potrete trovare pubblicati qui. Riprendo e condivido la riflessione che questi quarantasette insegnamenti sono estremamente attuali ed applicabili alla nostra vita di ogni giorno ed altri ci aiutano ad intravedere quanto differenti fossero vita e sentire nel Giappone dei Samurai durante il periodo Sengoku

Potete trovare qui l’articolo originale

Lo Shimadzu Iroha-no-uta è una collezione di poemi corti scritta da Shimadzu Tadayoshi circa a metà del 1.500.

Conosciuto anche come Jisshin-ko Iroha-no-uta, raccoglie 47 precetti , ognuno dei quali inizia con una lettera dell’alfabeto tradizionale giapponese, ed è stato utilizzato per più di 300 anni per educare i samurai della provincia di Satsuma nei principi morali da perseguire.

Lo Iroha-no-uta viene ancora ampiamente insegnato al giorno d’oggi in Kagoshima e in alcune scuole materne i bambini di cinque anni imparano a ripetere l’intero canone.

24) う 憂かりける今の身こそはさきの世と おもへば今ぞ 後の世ならん
I problemi di questa vita sono il risultato del karma delle vite passate. Ricordati che le azioni di questa vita determineranno il tuo destino nella prossima.

Le sofferenze e i problemi che affrontiamo nelle nostre vite sono il risultato del karma accumulato nelle vite precedenti. Poichè le vite passate influenzano il presente, dovremmo essere consapevoli che la nostra vita attuale influenzerà a sua volta le future. I discorsi sulle vite passate e future sono decisamente comuni nella religione Buddista. Che si voglia intendere questo letteralmente intendendo la reincarnazione, o come semplice metafora per i momenti fuggevoli della nostra vita quotidiana è decisamente irrilevante. Questo insegnamento ci esorta a tenere sempre in considerazione la causa e gli effetti che derivano dalle nostre azioni e ad essere sempre consapevoli del nostro comportamento e delle sue potenziali conseguenze.

25) い 亥に臥して寅には起くと夕露の 身を徒に あらせじがため
L’uomo saggio dovrebbe dormire alle dieci e svegliarsi alle quattro. La vita è fuggevole come la rugiada notturna. Non sprecare nemmeno un momento!

I grandi personaggi del passato sarebbero andati a dormire alle dieci e si sarebbero alzati alle quattro di mattina per concentrarsi sull’apprendimento. In questo insegnamento si paragona la vita alla rugiada notturna che si deposita ed evapora in pochi istanti. Questa è un’abitudine non solo dei grandi uomini del passato. Molti top CEOs e businessman dei giorni nostri hanno agende fitte di impegni serrati che li portano a svegliarsi presto per poter portare a termine le molte incombenze quotidiane.

26) の 遁るまじ所をかねて思ひきれ 時にいたりて すずしかるべし
Sii sempre pronto ad affrontare l’inevitabile. Quando arriva il momento la tua mente sia in pace.

Un giorno il Signore potrebbe chiamare il Samurai a rischiare la propria vita, pensando a questo e preparandosi ogni giorno, la mente può essere allenata a rimanere calma quando arriva il momento cruciale.

27) お おもほえず違うものなり身の上の 欲をはなれて 義を守れ人
È facile deviare dalla Via senza rendersene conto. Metti da parte i tuoi desideri e calca il percorso più virtuoso.

Veniamo facilmente distolti dalla retta via dai nostri desideri ed è facile deviare dal percorso più virtuoso senza rendersene conto. Se rimaniamo sempre consapevoli di questa debolezza connaturata all’essere umano, possiamo sforzarci di condurre una vita giusta e dignitosa. Questa idea di autocontrollo si ispira alle massime Confuciane ed è ben sintetizzata nell’insegnamento “Un Gentiluomo dovrebbe stare molto attento quando è da solo”. Quando intorno a noi non c’è nessuno che possa esprimere un proprio giudizio, a chi se non a noi stessi possiamo rendere conto delle nostre azioni?

28) く 苦しくも直進を行け九曲折の 未は鞍馬の さかさまの世ぞ
Anche se questo di fa soffrire, cammina sul percorso dritto ed angusto. Segui il percorso oscuro e contorto e cadrai dal Monte Kurama a testa in giù nell’oscurità.

Anche se è difficile, dobbiamo impegnarci al massimo per comportarci correttamente ed essere virtuosi e solleciti. Cercare scorciatoie o inseguire le tentazioni ci condurrà solamente lontano dal percorso coretto e rischieremo di cadere a testa in avanti nell’oscurità più profonda, come se cadessimo in un crepaccio del Monte Kurama. Il Monte Kurama è una montagna a nord ovest di Kyoto che si narra essere la residenza di Sojobo, Re dei Tengu.

29) や やはらぐと怒るをいはば弓と筆 鳥に二つの 翼とを知れ
Calma e passione, pennello e arco. Come le ali di un uccello, entrambi sono necessari per volare.

Durante le nostre vite sperimenteremo momenti di calma e momenti di passione, quiete e ira. I Guerrieri non dovrebbero limitarsi a studiare le arti marziali, ma anche approfondire la cultura attraverso arti come la calligrafia. Pennello e arco, o educazione ed esercizio fisico, sono necessari entrambi per aver successo nella vita. Come le ali di un uccello, una senza l’altra condurrà al fallimento.

30) ま 万能も一心とあり事ふるに 身ばし頼むな 思案堪忍
Anche una miriade di talenti sono inutili senza la risolutezza. Non fare lo spaccone con i tuoi talenti, piuttosto rifletti e sii perseverante.

Anche se fossimo Benedetti con molti talenti, la mancanza di forza d’animo mentale e spirituale li renderebbe inutili. Piuttosto di fare sfoggio delle nostre abilità, prendiamo il tempo per riflettere sui nostri punti di forza e di debolezza e rimaniamo perseveranti di fronte ogni difficoltà che si presenti.

Sengan-en Residenza signorile e giardini della famiglia Shimadzu
Sengan-en è un giardino tradizionale e residenza signorile costruita dal diciannovesimo capo della famiglia Shimadzu, Mitsuhisa, nel 1658. Sengan-en utilizza il principio del “paesaggio preso in prestito” e incorpora gli elementi di sfondo del vulcano attivo Sakurajima e Kinko Bay come parte dei giardini.
Alex Bradshaw
Alex è Head of Overseas Business per la Shimadzu Limited e ha vissuto per oltre 15 anni a Kagoshima.
Ha trascorso molti anni nello studio della scherma tradizionale Jigen-ryu Hyoho ed ha avuto modo di tenere dimostrazioni di arti marziali per il Principe della Corona Giapponese e presso molti venerabili santuari diffusamente in Giappone. Inoltre pratica calligrafia, zazen e molti altri elementi della cultura Giapponese e ha tradotto vari testi su questi argomenti.